Ultima modifica: 26 febbraio 2013

Cenni Storici

 

istituzione_banda_1906L’Associazione Corpo Musicale “Città di San Pellegrino Terme” è nata ufficialmente nel 1906, grazie ad un piccolo gruppo di musicisti che già nel 1904 si esibiva senza uso di spartiti in esecuzioni semplici ed orecchiabili, per il paese. Artefice dell’iniziativa è la famiglia Dadda con il sostegno e l’appassionata opera dei fratelli Angelo e Leone Bonzi. Primi direttori furono i maestri: De Sanctis e Rota.

Lo statuto primitivo riporta che il Corpo Musicale “è istituito per il decoro del paese e per il disimpegno degli ordinari servizi locali, specialmente durante la stagione estiva; onde rendere sempre più piacevole  il soggiorno alla colonia dei forestieri che vi affluiscono per la cura termale e climatica”.

E’ l’epoca in cui prendono corpo i complessi monumentali del Casinò e del Grand Hotel e la creazione del corpo musicale, oltre ad essere determinata da motivazioni culturali, risponde anche ad esigenze di tipo turistico e rappresentativo.
Il primo concerto si tiene nel 1906 sul piazzale della chiesa con grande concorso di pubblico. Il primo gennaio 1911 viene inaugurato il vessillo del corpo musicale, dono delle donne di San Pellegrino. Nei tristi periodi delle due guerre mondiali anche la Banda vive dei periodi di crisi da cui si riprende nel 1922 e nel 1947.
Negli anni ’50 cresce notevolmente nel numero e nella qualità sotto la guida dei maestri Rucano e Carminati.

All’inizio degli anni ’60 alcuni problemi interni minano la stabilità del sodalizio, ma vengono risolti nel 1963 con l’approvazione del nuovo statuto e con la nomina a Presidente del Cav. Andrea Scanzi che tuttora presta la sua importante e sapiente attività nell’Associazione.

La Banda di San Pellegrino raggiunge il suo momento di massimo splendore negli anni ’70. Infatti nel 1971, viene chiamato a dirigerla il Prof. Giuseppe Tassis, originario di San Pellegrino e insegnante presso il Conservatorio di Bergamo, che, forte della sua vasta esperienza nel campo musicale, rivoluziona l’organico, il repertorio, il modo di concepire la Banda e il rapporto con il pubblico.banda_san_pellegrino_terme_a_pizzighettone_1974

Il Corpo Musicale di San Pellegrino supera così i confini della provincia, ottiene importanti riconoscimenti e diviene un modello da imitare. Nel 1983 al Prof. Tassis subentrano: il Prof. Rivellini già componente del corpo musicale; il Prof. Ruggeri anch’egli già componente della banda e allievo di Tassis.

E’ il 1991 quandola bacchetta di direttore viene affidata al Prof. Gianmario Bonino, insegnante di tromba presso il Conservatorio di Milano. In questo periodo la banda, oltre che esibirsi in concerti sia in Italia che all’estero, nel 1996 partecipa come ospite alla trasmissione RAI “Uno Mattina”. Sotto la sua direzione la Banda ha avuto un notevole incremento nell’organico con l’ingresso di molti giovani e soprattutto raggiungendo una certa autonomia dall’aiuto di musicanti esterni.
Nel 2005 arriva alla direzione della banda il Prof. Epis, anch’egli allievo di Tassis che la guiderà per due anni.
Nell’anno 2009 viene approvato il nuovo statuto del sodalizio.

Attualmente la direzione del corpo musicale è stata affidata al Prof. Oscar Locatelli, diplomato in fagotto e componente di diverse formazioni orchestrali.